Come e quando seminare le patate

Come e quando seminare le patate: Alcuni consigli utili

Giardinaggio

Tra le varie piante che si possono coltivare la patata è una di quelle che possono dare più soddisfazioni e proprio per questo questo tubero si è diffuso in tutto il mondo ed è coltivato ovunque sia a livello professionale nell’agricoltura da reddito che come coltura amatoriale negli orti.

La patata è una pianta della famiglia delle solanacee che si coltiva per la raccolta del tubero. Non è particolarmente difficile da coltivare e si adatta bene a climi e terreni diversi, cosa che la rende seminabile in tutta Italia.

Spieghiamo quindi come si seminano questi tuberi, le indicazioni qui riportate sono pensate per una coltura hobbistica, per l’agricoltura professionale si trovano guide e testi agronomici, ecco ad esempio una lettura introduttiva.

Non dimentichiamo di scegliere una posizione soleggiata perché la pianta di patate non cresce bene all’ombra.

Come seminare le patate: Alcuni consigli utili

Seminare le patate? Meglio piantare il tubero

Nel linguaggio comune si parla spesso impropriamente di semina delle patate, in realtà in agricoltura la semina vera e propria non avviene mai, perché si preferisce piantare i tuberi.

La pianta di patate infatti produce frutti che assomigliano a piccoli pomodori verdi e che contengono i semi e in linea teorica si potrebbe coglierli maturi per avere semente da seminare.

In realtà ottenere piante da seme è un procedimento lungo e inutilmente complesso, mentre è decisamente più veloce e produttivo mettere nel terreno il tubero, da cui si origina rapidamente una nuova pianta che produrrà a sua volta una serie di patate nel sottosuolo. In questo articolo volendo essere precisi quindi tratteremo dell’impianto delle patate piuttosto che della semina.

Periodo in cui si pianta

Le patate si piantano a fine inverno oppure a inizio primavera, ovviamente il momento giusto dipende dal clima della zona in cui si semina l’ortaggio. Al sud si possono mettere a febbraio, mentre negli orti del nord si attende la metà di gennaio. Tradizioni contadine indicano il giorno di San Giuseppe (il 19 marzo) come il più adatto a piantare questo tubero.

Per seminare le patate è importante aspettare che il suolo sia nelle condizioni giuste (ovvero in tempera), non si possono mettere a terreno fradicio d’acqua o congelato.

Se si vuole seguire la tradizione dei vecchi contadini bisogna seminare patate nei giorni di luna calante, perché tutti gli ortaggi da tubero si dice siano avvantaggiati in questa fase lunare. Quindi si pianta nel periodo che va dalla luna piena alla luna nuova. Non ci sono però prove scientifiche del fatto che questa influenza del satellite abbia un reale effetto sulla pianta di patata.

Preparare il terreno per le patate

Prima di mettere i tuberi a dimora è bene preparare il terreno, questo si effettua almeno 10 giorni prima della piantagione con una profonda vangatura che smuova il suolo e rompa le zolle.

Dopo aver vangato è opportuno distribuire del concime, va benissimo mettere compostato e letame, ben maturi e non freschi, in dose di 3 o 5 kg ogni metro quadro di orto da coltivare. Anche una spolverata di cenere di legna si rivela positiva per l’apporto di potassio, elemento utile alla pianta.

In seguito procediamo a zappare, oppure se disponiamo di una motozappa possiamo anche impiegare quest’attrezzo per una fresatura della superficie. Infine bisogna livellare il terreno, cosa che si può fare con un rastrello dai denti in ferro.

Durante la preparazione del terreno per le patate se si incontrano dei sassi è bene toglierli, per evitare che ostacolino la formazione dei tuberi sotto terra.

Come si seminano i tuberi

La semina vera e propria consiste nel tracciare dei solchi paralleli, possiamo farlo con una zappa a punta. Manteniamo una distanza di 70 cm tra una fila e l’altra.

Lungo il solco mettiamo i tuberi a distanza di 30-35 cm l’uno dall’altro.

Possiamo anche decidere di tagliare a metà i tuberi per ottimizzare la semente, anche un pezzo di patata è in grado di far nascere una pianta, purché sia provvisto di gemma. Non esageriamo a tagliare in pezzi piccoli. Le patate piccole si seminano intere, quelle medie si dividono a metà e solo quelle grandi possono essere partite in 3 o 4 pezzi da interrare.

Dopo aver messo le patate da seme nel solco richiudiamo coprendole di terra: devono stare a circa 10 cm di profondità.

Dopo la semina

Dopo aver seminato occorre aspettare una settimana o poco più per vedere germinare le piante di patata. Il periodo tra la semina e l’emergere dei getti dipende dal clima, è importante irrigare regolarmente le giovani piante ma senza mai esagerare con i quantitativi di acqua.

La coltivazione delle patate richiede poi alcune accortezze, come il rincalzo e le irrigazioni al bisogno, si arriverà al raccolto a inizio estate quando sotto alla pianta saranno pronti dei nuovi tuberi.